…è quello che non capisco

 

scrutai nelle testimonianze dei miei trascorsi e delle mie tragedie

 

comiche

 

slabbrato nella miseria

perduto nell’inesistenza

invoco mani che voglio che mi liberino

trovo

taccio

sputo

mi lascio           poi

mi riprendo              e mi ritrovo solo

a starnazzare

ad invocare

a impazzire

 

lasciatemi stare

lasciatemi solo

io non conto

io non sono

io muoio

 

perché

perché              perché

perché

perché

perché

perché                              perché

perché

 

il coraggio di vivere

 

…ancora

no

…non posso

 

…è quello che non capiscoultima modifica: 2014-09-08T10:54:40+00:00da wildwingswawe
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Poesie 2006 e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento